Strudel di mele

 Il 20 marzo è stato il compleanno del mio Papà e come facevo a non preparargli il suo dolce preferito? LO STRUDEL!!! Forse non sono una brava blogger, due ricette regionali dell’alto Adige  di seguito, ma questo è uno dei primi dolci che ho imparato a fare, nonché passione vera del mio papino, ed io, più che altro, sono una blogger di cuore !Naturalmente anche in questo dolce, apparentemente classico, Gingerella ci mette del suo e vi propone una ricetta con una pasta particolare che non è né sfoglia né frolla, ma che con la sua semplicità valorizza molto il ripieno. Aspetto le vostre opinioni!

Ingredienti per uno Strudel di 35 cm c.ca (lunghezza standard di una leccarda da forno)

Per il ripieno:

450 gr mele renette sbucciate e tagliate a fettine

75   gr uvetta sultanina ammollata in acqua tiepida per almeno 1 ora

50   gr noci sgusciate e tritate grossolanamente

65   gr zucchero semolato

½ cucchiaio di cannella

½ cucchiaino di noce moscata

50   gr pane grattugiato

un pizzico di sale

50  gr burro sciolto

Per la pasta:

300 gr farina 00

1 uovo + 1 tuorlo

50   gr zucchero

2 cucchiai di olio di mais

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di succo di limone

6 cucchiai di acqua tiepida

30 gr di burro sciolto

Zucchero a velo

Gelato alla vaniglia per servire

 

Procedimento

Iniziate preparando la pasta : mettete in una terrina la farina e il sale, fategli una fontana in mezzo e ponetevi le uova, l’olio e il succo di limone, impastate il tutto aggiungendo man mano l’acqua finché la pasta sarà liscia e si staccherà dalle pareti della terrina (se la pasta risultasse troppo dura aggiungete qualche cucchiaio in più).

Ponetela su di un piano infarinato e lavoratela per c.ca 10 minuti.

Copritela con della pellicola e mettetela in frigo per almeno mezz’ora.

Ora dedicatevi al ripieno mescolando i primi 6 ingredienti con metà del pane grattugiato ed il sale e mettetelo da parte.

Riprendete la pasta è tiratela in una sfoglia sottile su di un foglio di carta da forno leggermente infarinato ricavandone un rettangolo di dimensioni 35X30cm c.ca.

A questo punto ponete la sfoglia con la carta da forno direttamente sulla leccarda in modo che lo strudel poi non si rompa in fase di arrotolamento.

Spennellate la superficie della pasta con un po’ di burro fuso e cospargetela con il restante pane grattugiato.

Prendete il ripieno e disponetene una parte.su una fascia di circa 5 cm su tutta la lunghezza, arrotolategli sopra un ugual porzione di pasta e continuate in questo modo finché non avrete terminato il ripieno e la superficie della pasta avendo cura di non rompere la sfoglia sottile e di richiudere bene i lembi a rotolo terminato.

Dovrete ottenere un “salsicciotto” piatto e ben stretto largo 10/12 cm.

Spennellate con altro burro fuso e infornate in forno già caldo a 180°C per 40 minuti.

Se vi accorgete durante la cottura che si sta seccando troppo spennellatelo di nuovo col burro rimasto.

Io amo servire questa delizia ancora tiepida spolverata con un po’ di zucchero a velo e accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia! Buon compleanno Papy…….

Strudel 2

Comments

  1. Leave a Reply

    milesweetdiary
    26 marzo 2015

    Oh no! Due ricette super dalla stessa bellissima regione. Questo sì è un peccato 🙂
    Evviva lo strudel con montagne di zucchero al velo. Un’ottima, a mio avviso, alternativa al gelato è la salsa alla vaniglia.
    Buona giornata!

    • Leave a Reply

      Gingerella La Dolce
      26 marzo 2015

      Ah Ah Ah!
      Anche io la penso come te.. Adoro l’alto Adige!
      Non ho mai fatto la salsa alla vaniglia…Proverò!

      Grazie!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Ciambelline soffici